Lavorazione artigianale dei salumi del Trasimeno

Usiamo budello naturale per insaccare i nostri salumi


Salame Casareccio


Il salame è insaccato dal gusto robusto e generoso, ancor di più se preparato con cura e con amore

La carne macinata, dopo essere stata condita con sale, pepe ed aromi naturali, viene insaccata in un budello naturale di bovino.

A questo punto il salame, appeso in appositi carrelli, è messo in cella di stufatura per otto giorni.
Una giusta stagionatura di circa sessanta giorni, completa ed esalta in maniera naturale il prodotto.

Salame Perugino


E' il tipico salame dell' Umbria, esprime perfettamente la genuinità e la ricchezza dei sapori di questa terra.

Composto da carni di maiale di prima scelta, macinate grossolanamente secondo l’ antica tradizione norcina.

La legatura a corda a mano e il costante controllo dell'umidità ambientale ne consentono la giusta maturazione che avviene in circa quaranta giorni.
Il tipico gusto rustico viene idealmente esaltato dall’ accompagnamento con il pane toscano e con la torta al testo umbra.

Salame al Cinghiale


Un salame dal gusto ancor più schietto e deciso grazie al sapiente mix tra la carne suina e quella di cinghiale.

La carne di cinghiale rende il salame più magro rispetto ai salami di puro suino.

Preparazione: la carne macinata, condita con gli ingredienti caratteristici, sale, pepe e aromi naturali, viene insaccata in un budello naturale di bovino.
Seguono la fase di stufatura, otto giorni in un'apposita cella, e quindi la stagionatura, per oltre sessanta giorni, fino alla completa maturazione del prodotto.

Salame Toscano


Il Salame Toscano è parte integrante della cultura casearia del nostro territorio, ai confini tra la regione umbra e la Toscana.

Si tratta di un insaccato dal gusto delicato e saporito, si distingue per avere la parte grassa macinata in grandi pezzi.

E' ottenuto dalla lavorazione di alcune parti del maiale; in particolare la parte magra viene ricavata dalle cosce e dalle spalle, mentre la parte grassa dalla schiena del maiale.
La parte magra viene macinata accuratamente quindi impastata assieme alla parte grassa, tagliata a cubetti, il tutto insaporito con aromi naturali, sale e pepe.

Salame Piccante


É l'unione di due tipicità: da un lato il salame tipico perugino, quello che i contadini producono ancora oggi in maniera tradizionale, dall'altra il peperoncino piccante, originario del sud Italia.

La carne dopo essere stata macinata viene accuratamente impastata affinché la parte grassa del salame e quella magra, presente in prevalenza, assumano la consistenza necessaria e l’amalgama tra i vari componenti sia equilibrato, donandogli quel sapore e colore tipici molto apprezzati dagli amanti del gusto piccante.
Anche questo salame, dopo essere stato insaccato deve passare 8 giorni in stufa e tra i 30 e 40 giorni nella cella di stagionatura.

Salsiccia secca di Suino


E' un salume tipico della tradizione norcina, è un salamino di piccole dimensioni ottenuto dalla carne risultante dalla rifilatura dei tagli di maiale

La carne suina viene fatta a pezzi e macinata; segue la fase di condimento con sale, pepe ed aromi naturali e quindi l'insaccatura in un budello naturale di suino. Le salsicce passano quindi otto giorni in cella di stufatura e circa venti giorni in quella di stagionatura. Il risultato del processo è un prodotto sano e genuino dall'aroma e dal sapore inconfondibili.

Salsiccia secca di Cinghiale


La salsiccia di cinghiale è cibo indicato per banchetti che evochino il sapore della campagna umbra in maniera sana e genuina.

Le salsicce, preparate con una miscela ponderata di carne di cinghiale e di maiale, condite con sale, pepe ed aromi naturali, vengono insaccata in un budello naturale di suino. A questo punto le salsicce vengono messe ad asciugare in cella di stufatura per otto giorni, quindi segue una fase di stagionatura di circa venti giorni.

Salame Umbro al Finocchio


Prende il nome dai semi di finocchio selvatico che ne caratterizzano piacevolmente il sapore, deciso e delicato.
Dopo l’insaccatura, il salame sosta per otto giorni nella cella di stufatura per poi venire passato in quella di stagionatura per un periodo di 45/50 giorni